L’etichetta dell’olio extravergine di oliva: un mondo da scoprire

L’olio extravergine: alimento ricco e nutriente alla base della dieta mediterranea, per definizione ottenuto dalla spremitura delle olive con soli metodi meccanici. Potrebbe sembrare una questione semplice per un alimento riconoscibile se non fosse che, come capita per molti altri prodotti alimentari, ogni giorno spuntano sul mercato nuove imitazioni a basso costo e con esse la necessità di un regolamento che protegga consumatori e produttori. Vediamo insieme cosa deve essere riportato sull’etichetta dell’olio extravergine di oliva perché essa sia al passo con le normative e il prodotto riconosciuto.

Continua a leggere L’etichetta dell’olio extravergine di oliva: un mondo da scoprire

Prezzi dell’olio extravergine d’oliva

Se diamo un’occhiata tra gli scaffali dei diversi supermercati, possiamo notare da subito come il prezzo inerente l’olio extravergine di oliva, vari moltissimo, a seconda della marca o della provenienza. La forbice tra i costi delle bottiglie da un litro, va dai 2 euro ai 10 euro, per i prodotti più pregiati.
Viene quindi da domandarsi: quanto dovrebbe costare l’olio extravergine, prodotto secondo le procedure migliori, con olive italiane?

Continua a leggere Prezzi dell’olio extravergine d’oliva

Qualità di olive e olio extravergine

La qualità, il sapore e la consistenza dell’olio extravergine di oliva, sono fattori profondamente influenzati dal tipo di oliva da cui provengono.
La cultivar (ovvero la varietà di oliva) gioca un ruolo molto importante circa le caratteristiche dell’olio che ne deriverà. Le dimensioni, la maturazione e la polpa presente nel frutto, contribuiranno a dare diverse caratteristiche al prodotto finale.
Nel nostro Paese, sono presenti circa cinquecento cultivar; vediamo insieme le più importanti, suddivise per regione.

Continua a leggere Qualità di olive e olio extravergine

La spremitura a freddo

La spremitura a freddo (o estrazione a freddo), è una tecnica che viene utilizzata per la produzione di oli vegetali, attraverso un processo meccanico. Si rivolge quindi a oli come quello vergine, extravergine di oliva o quello di semi di girasole biologico.

La temperatura in cui viene avviata questa tecnica, deve essere inferiore ai 27°, almeno per quanto riguarda l’olio extravergine di oliva. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Continua a leggere La spremitura a freddo

L’acidità: una caratteristica dell’olio extravergine di oliva.

L’acidità dell’olio extravergine di oliva indica la percentuale di acido oleico presente in un olio ed è la principale caratteristica che ne indica la qualità. Più alto è il suo valore, più scadente sarà la qualità dell’olio.
Non è possibile riscontrare l’acidità nel sapore dell’olio, ma solo attraverso precise analisi chimiche di laboratorio.
Si ricorda inoltre, che l’acidità non deve essere confusa con il leggero pizzicore, che è possibile avvertire in alcuni tipi di olio extravergine di oliva, caratterizzati da un’ aroma più forte e decisa come ad esempio quelli appartenenti al sud Italia.

Continua a leggere L’acidità: una caratteristica dell’olio extravergine di oliva.

Olio di oliva: colesterolo e salute

L’olio extravergine di oliva è uno dei principali alimenti della dieta mediterranea: ricco di sostanze nutritive, rappresenta un vero e proprio toccasana, funzionale per il benessere del nostro organismo.

Oltre ad essere portatore di sostanze antiossidanti (fenoli) utili come detto precedentemente, per la prevenzione di molteplici disturbi e contro l’invecchiamento cellulare, è anche ricco di vitamine, tra cui la E, la quale ci da un grosso aiuto nel preservare le ossa in salute, proteggendole da osteoporosi e decalcificazione.

Continua a leggere Olio di oliva: colesterolo e salute

La filtrazione dell’olio di oliva

Con il passare del tempo, è possibile che l’olio d’oliva, produca diversi sedimenti, che andranno a depositarsi sul fondo della bottiglia, a causa del filtraggio fatto dal produttore.
Ciò è del tutto normale, soprattutto con l’olio acquistato direttamente in frantoio: è indice di qualità e freschezza, a differenza di altri tipi di olio, filtrati più volte, come quelli della grande distribuzione.

Continua a leggere La filtrazione dell’olio di oliva

Come si conserva l’olio di oliva?

Per mantenere inalterato il sapore e la consistenza dell’olio di oliva, è necessario mettere in pratica alcuni accorgimenti.

Un primo passo per mantenere una buona conservazione, è quello di posizionare il prodotto lontano da luce e fonti di calore (la temperatura migliore è intorno ai 15°,18°) , nonché dal contatto prolungato con l’ossigeno.

Continua a leggere Come si conserva l’olio di oliva?