Olio di oliva agli animali

Come abbiamo più volte evidenziato, l’olio di oliva è un alimento sano e ricco di antiossidanti che apporta numerosi benefici al nostro organismo, alla pelle e ai capelli. Ma lo stesso vale per i nostri amici a quattro zampe? Vi siete mai chiesti cosa potrebbe succedere se si aggiungesse dell’olio al cibo del vostro cane? Noi ce lo siamo domandati e ora vi illustreremo ciò che abbiamo scoperto.

I vantaggi dell’olio di oliva somministrato ai cani

L’olio di oliva è monoinsaturo, ricco di omega 3, antiossidanti, vitamina E e grassi buoni: questo vale per gli esseri umani, così come per i cani; quindi rispondendo subito all’interrogativo iniziale possiamo affermare con certezza che l’olio di oliva fa bene anche somministrato ai nostri amici a quattro zampe. Ma ora vediamo nello specifico quali sono i benefici che comporta.

  • Potenziamento del colesterolo buono a scapito di quello cattivo
  • Miglioramento del funzionamento di articolazioni e muscoli; a questo proposito l’olio di oliva è perfetto per tenere sotto controllo e migliorare malattie come la displasia dell’anca, l’artrite e l’artrosi
  • Supporto e sostegno del sistema immunitario, grazie agli antiossidanti di cui l’olio è ricco come la vitamina E, i polifenoli, carotenoidi e clorofilla
  • Aiuta lo smaltimento intestinale, per questo è un ottimo lassativo in caso di stitichezza
  • Contrasta l’invecchiamento precoce e i radicali liberi che ne sono responsabili, quindi si può dire che aiuti ad allungare la vita del proprio cane
  • Rallenta il declino delle funzioni cognitive
  • Dona luminosità ed elasticità al pelo, rendendolo morbido e setoso
  • Combatte la pelle secca e aiuta a curare irritazioni e arrossamenti cutanei

Dosi olio di oliva per i cani

 Le dosi consigliate variano in base al peso e alle dimensioni dell’animale

  • Cani di piccola taglia con peso inferiore ai 10 kg: ½ cucchiaio al giorno
  • Cani di taglia media con peso compreso tra gli 11 e i 30 kg: 1 cucchiaio al giorno
  • Cani di grossa taglia con peso superiore ai 30 kg: 1 cucchiaio e mezzo al giorno

Ovviamente queste sono solo indicazioni di massima, ma consigliamo vivamente di chiedere prima al proprio veterinario i modi e i tempi di somministrazione.

E i nostri amici felini?

Il discorso per i gatti è pressoché lo stesso, quindi l’olio è benefico anche per i nostri amici felini. In più l’olio d’oliva:

  • Aiuta a risolvere i problemi delle palle di pelo
  • Riduce il rischio di insorgenza di malattie cardiovascolari e diabete
  • Brucia e metabolizza i grassi in maniera efficiente
  • Aiuta a perdere peso grazie ai grassi monoinsaturi che scompongono il grasso all’interno della cellula stessa. Questo è molto importante perché una delle principali cause di decesso del gatto è proprio l’obesità

Inoltre il sapore fresco e fruttato dell’olio, soprattutto quello extravergine, risulterà piacevole al palato dei gatti.

Come somministrare l’olio al gatto?

 Sarà sufficiente un cucchiaio aggiunto all’abituale pappa, tre volte alla settimana. Anche in questo caso però suggeriamo di chiedere prima consiglio al proprio medico veterinario.

Olio di oliva: un alleato per la salute dei nostri amici a quattro zampe

 Come abbiamo visto, l’olio d’oliva, specie se extravergine, è un potente alleato per la salute di cani e gatti perché – così come accade per gli esseri umani – anche per loro il suo consumo comporta numerosi benefici.