Olio di oliva e abbronzatura

Abbiamo già parlato delle proprietà dell’olio d’oliva e dei suo effetti benefici sulla pelle e sui capelli, ma ora che siamo in piena estate la nostra preoccupazione fondamentale è quella di abbandonare il colorito spento tipico della stagione invernale per ottenere una pelle sì idratata e luminosa, ma altrettanto abbronzata. Dunque, sorge spontaneo chiedersi se il prezioso oro verde possa essere sfruttato anche per altri utilizzi ovvero, per far risaltare la tanto agognata tintarella. Olio di oliva e abbronzatura sono un connubio che funziona? Vediamo cosa abbiamo scoperto.

Olio di oliva come lozione abbronzante…

L’olio di oliva è un ottimo alleato dell’abbronzatura e un ottimo sostitutivo di una classica lozione abbronzante poiché contiene sali minerali che non solo rendono la pelle liscia e morbida ma le consentono anche di raggiungere un colorito dorato e luminoso. Inoltre, i raggi solari vengono attirati dall’olio ed è proprio questa proprietà che fa sì che la pelle si abbronzi.

…Con le dovute precauzioni

Bisogna però ricordarsi che proteggere la pelle con un adeguato filtro solare è fondamentale, soprattutto se il vostro è un fototipo molto chiaro. Durante le prime esposizioni solari bisogna sempre applicare una crema con spf 20, come minimo. Per evitare scottature raccomandiamo dunque di schermare adeguatamente la pelle dal sole; in commercio esistono molte creme solari valide che permettono all’epidermide di evitare i danni dell’esposizione solare e di abbronzarsi gradualmente ma in maniera salutare. Con il sole non bisogna mai scherzare!

Come utilizzare l’olio per abbronzarsi

Una volta ottenuto un colorito ambrato e uniforme si può procedere con il metodo abbronzante dell’olio di oliva.

Ecco come fare per ottenere un’abbronzatura dorata e intensa. Basta inumidire un panno con abbondante dose di prodotto e passarlo sulla cute con movimenti rotatori e con un lieve massaggio per far assorbire l’olio in eccesso.

Un’altra ricetta prevede di miscelare mezzo bicchiere di olio di oliva con succo di limone, amalgamare al meglio i due ingredienti ed applicare la lozione sulla pelle.

È comunque opportuno esporsi al sole con criterio, evitando di rimanere ore al sole nelle fasce orarie più calde.

Abbronzarsi…a tavola!

Olio di oliva e abbronzatura vanno di pari passo anche a tavola. È possibile facilitare la tintarella anche grazie all’alimentazione. infatti non tutti sanno che i cibi che mangiamo possono fornirci nutrienti che agevolano il processo che porta alla produzione di melanina, principale responsabile dell’ abbronzatura. L’olio di oliva possibilmente crudo e spremuto a freddo contiene carotenoidi e omega 3 che giocano un ruolo fondamentale in questo senso. La partita da vincere contro il colorito pallido e spento comincia dunque molto prima di andare alla spiaggia, inizia a casa, a tavola, in base agli alimenti che scegliamo di mangiare. Condire la verdura con olio extravergine di oliva è un ottimo inizio.

Olio di oliva amico della tintarella

 L’olio di oliva è ottimo per abbronzarsi sia “dall’interno”, partendo dall’alimentazione sia “all’esterno” usandolo come vera e propria lozione solare da spalmare sulla cute. Ricordiamo un’ultima volta che l’esposizione al sole va gestita con criterio per evitare scottature, macchie solari o altro. Una pelle baciata dal sole è bella e salutare ma non si può pensare di raggiungere questo risultato nel giro di pochi giorni; al contrario, ci vuole pazienza: un’abbronzatura ottimale si ottiene gradualmente, giorno dopo giorno.