Come fare il sapone fatto in casa con olio di oliva

L’olio d’oliva non è solo il condimento principe della dieta mediterranea ma può essere impiegato in mille altri modi, ad esempio come ingrediente di bellezza per pelle e capelli; in campo cosmetico infatti, trova svariati impieghi. Sapete che è possibile realizzare un sapone a base di olio di oliva? E che è possibile farlo in casa, con pochi ingredienti e con attrezzature idonee? Ecco a voi i due procedimenti principali.

Come preparare il sapone fatto in casa

Per cominciare occorre sapere che esistono due metodi di procedimento per preparare il sapone fatto in casa, ossia a caldo o a freddo. L’esecuzione è pressoché la stessa con la differenza che il metodo a freddo risulta più semplice, perché ovviamente non prevede la cottura.

Ingredienti e attrezzatura

In ogni caso, sia che preferiate un metodo o l’altro gli ingredienti che vi serviranno sono i seguenti:

  • 350 gr di acqua meglio se distillata per il procedimento a caldo
  • 280 gr di acqua meglio se distillata per il procedimento a freddo
  • 1 kg di olio extra vergine di oliva
  • 134 gr di soda caustica

Il metodo di lavorazione prevede l’impiego dei seguenti attrezzi:

  • bilancia elettronica di precisione
  • cucchiai in legno
  • contenitori in pirex resistenti al calore
  • recipiente in acciaio inox
  • frullatore a immersione
  • termometro da forno
  • stampini in legno o plastica

Precauzioni

Prima di iniziare è opportuno sapere che trattare la soda caustica è molto pericoloso, quindi bisogna fare molta attenzione mentre la si utilizza. È importante munirsi di guanti, mascherina e occhialini protettivi per evitare che le inalazioni di soda provochino infiammazione alle mucose.

Sapone fatto in casa con olio di oliva, procedimento

Ecco dunque le fasi per la preparazione del sapone a base di olio di oliva:

  1. pesare la soda anche con l’aiuto di un bicchiere e versarla nel recipiente in pyrex
  2. versare l’acqua in un contenitore inox
  3. versare la soda caustica nell’acqua aiutandosi con un bicchiere
  4. misurando la temperatura con il termometro noterete che sarà salita a 80 gradi, dunque mescolate con un cucchiaio in legno
  5. lasciate raffreddare per circa 15 minuti, possibilmente in un ambiente arieggiato come il balcone, finché la temperatura non scende a 45 gradi
  6. portare l’olio ad una temperatura di 45 gradi in una pentola inox grande il doppio del volume del grasso
  7. con estrema cautela versare la miscela di acqua e soda ad una temperatura di 45 gradi nell’olio alla medesima temperatura, avendo sempre cura di miscelare con un cucchiaio
  8. frullate il composto per circa 5/10 minuti per eliminare i grumi ed ottenere un composto liscio e omogeneo. Per evitare che si surriscaldi troppo fate piccole pause tra una frullata e l’altra
  9. a questo punto si raggiunge la fase “nastro” quando le gocce che scivolano dal cucchiaio cadendo sul composto cremoso creano delle linee

Questi nove passaggi sono uguali sia per la saponificazione a freddo che per quella a caldo, ora inizia la vera e propria saponificazione a caldo.

Saponificazione a caldo

Dopo la fase nastro inizia il vero e proprio procedimento a caldo:

  1. mettere a bagnomaria il tegame con il composto di olio, acqua e soda
  2. riscaldare a fuoco basso e coprire il recipiente con l’emulsione; ogni mezz’ora mescolare con cucchiaio di legno
  3. dopo circa due ore di cottura lenta spegnere e far raffreddare; il composto deve aver assunto un aspetto trasparente e colloso
  4. a questo punto potete personalizzare il vostro sapone aggiungendo olio essenziale, scorze di agrumi, riso; amalgamate bene gli ingredienti al composto
  5. versare l’emulsione negli stampi e lasciar raffreddare e solidificare; ci vogliono almeno tre giorni.

A questo punto il sapone non è ancora utilizzabile perchè la soda caustica non è ancora neutralizzata. Occorre aspettare almeno due mesi.

Saponificazione a freddo

Ripercorrere le fasi iniziali della saponificazione fino alla fase nastro.

  1. a questo punto potete aggiungere velocemente gli ingredienti opzionali per non disperdere troppo il calore
  2. versare la miscela negli stampi che andranno avvolti con canovacci per mantenerli al caldo e farli raffreddare molto lentamente
  3. dopo circa due giorni è possibile tagliare il sapone, sempre utilizzando dei guanti perché la soda non è neutralizzata
  4. Lasciate i panetti di sapone in un luogo fresco per circa due mesi

Fare il sapone in casa con olio di oliva è semplice

Come abbiamo visto l’olio di oliva è un ingrediente molto versatile ed efficace in qualsiasi ambito lo si voglia usare; in campo cosmetico, è ottimo per lenire e idratare la pelle, anche la più sensibile. Dunque un sapone a base di olio di oliva è perfetto per la detersione quotidiana di viso, mani e corpo. Realizzarlo in casa è semplice e veloce, quindi perché non provare?